Nasce Qibus, la start-up con un secolo di storiaI fratelli Mauri si dividono. Carlo venderà Torsus e non solo



Il 2021 porta con sé una start-up del nostro settore, la brianzola Qibus S.r.l., nuova entità che affonda però le radici nel passato, essendo il risultato della separazione - in un certo qual modo burrascosa - tra i due fratelli Mauri, Carlo e Umberto, figli di Ambrogio.

Al 31 dicembre dello scorso anno s’è infatti concluso il viaggio in tandem dei due, che hanno così deciso d’imboccare strade diverse: Umberto proseguirà con la distribuzione in Italia dei bus della turca Otokar, mentre Carlo, insieme al figlio Riccardo – amministratore unico della nuova società – si occuperà della neonata Qibus, per la quale sta strutturando un portafoglio prodotti.

Pronti via, subito in pista con la ceca Torsus, fatta conoscere in anteprima al pubblico italiano qualche anno fa proprio da Pullman e che ora ha così finalmente un rappresentante nazionale oltre che un ‘explorer’ per il mercato africano. A questa s’aggiungerà tra pochissimo un secondo noto marchio in fase di firma contrattuale, mentre per altri brand rappresentati bisognerà attendere qualche mese.

Qibus non si limiterà però soltanto a vendere veicoli, ma cercherà di supportare i partner offrendo consulenza tecnica, commerciale e di prodct upgrade.

Per aggiornamenti, seguite le pagine di Pullman e tenete d’occhio l’erigendo sito Internet www.qibus.it.

Partner