FlixBus all’attacco dei nuovi emendamenti parlamentari

anti-FLIXBUSQuesta volta sono stati presentati durante il passaggio alla Camera della legge di Bilancio 2018. Si tratta dei nuovi emendamenti anti-FlixBus presentati, come dichiarato dalla stessa azienda al centro delle contestazioni “da parlamentari di diversi schieramenti, tra i quali alcuni pugliesi”.

La polemica ha tenuto banco a seguito della prima seduta del tavolo di lavoro per il riordino della disciplina delle autolinee interregionali, indetto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per ragionare insieme ad aziende e associazioni di categoria sulle nuove norme.

Le parole con le quali Andrea Incondi, AD FlixBus Italia ha stigmatizzato l’azione del gruppo di parlamentari in questione sono state particolarmente dure. Incondi, tra l’altro ha sottolineato come “la presentazione di nuovi emendamenti contro FlixBus” rappresenti “non solo l’ennesimo, gravissimo tentativo di ostacolare per legge una singola azienda, a danno della concorrenza in un intero settore” ma anche “un’azione estremamente irresponsabile, orientata a contrastare l’iniziativa del Mit. Alcuni avevano detto che bisognava riscrivere le regole del gioco, bene ora il Mit sta lavorando proprio su questo, ma evidentemente a qualcuno non sta bene neppure così”.

Ricordiamo che recentemente lo storico marchio Marozzi, un’azienda di trasporti pugliese con sede a Bari, ha accusato FlixBus di averli messi alle strette costringendoli al licenziamento di 85 dipendenti (poi non attutato), non riuscendo a fronteggiare la concorrenza della società tedesca low-cost. “Flixbus – aveva dichiarato Giuseppe Vinella, amministratore delegato di Sita Sud, società che controlla Marozzi e presidente Anav - ha provocato una forte contrazione di clienti e quindi di fatturato".
A questo attacco, Andrea Incondi, AD di FlixBus Italia aveva già replicato con durezza: "Non possiamo in alcun modo accettare le accuse di Giuseppe Vinella e il suo tentativo di addebitare a FlixBus le difficoltà delle autolinee Marozzi, difficoltà che evidentemente sono tutte da ricercarsi all'interno della gestione dell'azienda pugliese".

In attesa di nuovi sviluppi, l’attenzione degli osservatori è tutta rivolta al prosieguo dell’iter parlamentare.

Al via “Vai col Bus” di Anav

ANAVIl primo dicembre, nel corso dell’International Bus Expo (Ibe), Anav ha presentato “Vai col Bus”, la nuova campagna per autolinee a media e lunga percorrenza. L’obiettivo è informare e sensibilizzare l’opinione pubblica e gli esperti del settore riguardo all’importanza di questo segmento nel sistema di mobilità nazionale e internazionale.

Il principale canale di comunicazione della campagna è il nuovo blog www.vaicolbus.it su cui sono visibili i quattro spot televisivi, che andranno in onda nel periodo natalizio, che vedranno protagoniste le quattro caratteristiche principali dell’autobus: flessibilità, comfort, sicurezza e tecnologia.

Per la campagna, realizzata da Anav con il sostegno di Evobus Italia, sono stati scelti due testimonial: Fabrizio Fontana, personaggio televisivo che ricordiamo in Zelig e Striscia la Notizia, e Gemma Favia, giornalista Rai che conduce diverse Rubriche su Rainews24.

Credits :: Privacy Policy :: Cookie policy

Casa Editrice la fiaccola srl - Via Conca del Naviglio 37, 20123 Milano - Partita IVA: 00722350154